.
Annunci online

b-rightful
sii retto, chiarissimo


Barzellette


19 febbraio 2008

curling (Barzellette)



Il Curling è veramente uno sport
completo. Praticamente ci sono
2 scopatori o scopatrici e uno/a
skip che cosi li incita: "Dai, ancora,
di più, di meno, al massimo...."
 




permalink | inviato da b-rightful il 19/2/2008 alle 21:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


10 gennaio 2008

due barzellette in una di mia invenzione, quantomeno a voce non me l'ha raccontata nessuno (Barzellette)

Sono in una botte di ferro, ops!
(versione da freddo polare)


Sono in una botte di ferro, disse
Attilio Regolo
(versione divulgativa)




permalink | inviato da b-rightful il 10/1/2008 alle 18:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


6 gennaio 2007

battute cinematogra-fighe (Barzellette)

Ragazzi, è importante fare un lavoro
che ti faccia sentire gratificato,
io per esempio masturbo gli animali
per l'inseminazione artificiale.

dal film "Clerks" (fonte Wikiquote)




permalink | inviato da il 6/1/2007 alle 23:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


31 ottobre 2006

Consol-azioni (Barzellette)

Per tutti/e gli/le "amanti"
di Carmen Consoli
questa divertente parodia
che ho trovato tra la neve




permalink | inviato da il 31/10/2006 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


3 ottobre 2006

perchè farsi del male quando lo stato naturale dell' uomo e il suo destino è la felicità eterna (Barzellette)

 Questa barzelletta filosofica l'ho letta su un libro di Osho.
Non ricordo se ve l'ho già proposta, comunque, repetita
Juventus :-)

 

Un uomo va da una prostituta e le chiede se è disposta a
fare qualcosa di speciale per lui. Si accordano per
cinquanta sterline extra. "Bene," le dice l’uomo "indossa
questo impermeabile, questi stivaloni e apri l’ombrello."
"Bizzarro" pensa la prostituta, ma fa come le viene richiesto.
"Ora," continua l’uomo "sali sulla tavola e batti questo
tamburo come fosse un tuono e allo stesso tempo accendi
e spegni la luce come fossero dei lampi."
Di nuovo la donna fa come le viene richiesto. A quel punto
l’uomo prende un secchio d’acqua e comincia a rovesciarlo
sulla testa di entrambi.
Tutto questo va avanti per quattro ore, finché fradicia e
stremata la prostituta urla: "Basta, basta!
Capisco che cinquanta sterline sono cinquanta sterline,
ma non vorresti fare l’amore con me?".
"Cosa," esclama l’uomo allibito "con un tempo simile?
Devi proprio essere pazza!".

Sei tu che crei il tempo.
Puoi smettere in qualsiasi momento!

                                                  Osho




permalink | inviato da il 3/10/2006 alle 16:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


18 gennaio 2006

Tre preti devono andare in Lettonia (Barzellette)



barzelletta letta su un libro di Osho, probabilmente da lui raccontata

Tre preti devono andare in Lettonia.
Vanno all’aeroporto e i due sacerdoti più anziani mandano
il giovane collega ad acquistare i biglietti.
Allo sportello il sacerdote si trova di fronte a una ragazza
bellissima, prosperosa come raramente gli è capitato di
incontrarne, che indossa un abito con una scollatura vistosissima.

Visibilmente scosso, riesce a balbettare: "Signorina, per favore,
potrebbe darmi tre biglietti per la .....Tettonia?".

Subito si rende conto di ciò che ha detto e terribilmente
mortificato lascia lo sportello, per correre a nascondersi dietro
i due compagni più anziani.
Spiegato l’accaduto, il secondo sacerdote decide di prendere in
mano la situazione e si avvicina allo sportello... ma i suoi occhi
sono inevitabilmente attratti da quello spettacolo al limite
dello scandalo.

In qualche modo riesce a concentrarsi e a formulare la sua richiesta:
"Signorina, per favore, potrebbe darmi tre biglietti per la Lettonia?
E sia così gentile da darmi quel volo speciale,
la cui tariffa è tettecentomilalire".

Confuso da questa papera, abbandona i biglietti sul banco e
raggiunge rapidamente i suoi compagni.
A questo punto, il terzo sacerdote, il più anziano, si dirige a passo
fermo verso lo sportello per ritirare i biglietti ma, di fronte a quello
spettacolo carnale, si sente in dovere di ammonire la ragazza:
"Signorina", le dice, "se lei continua ad andarsene in giro vestita
in modo così provocante, sappia che riceverà la giusta ricompensa
nel regno dei cieli.
E’ mio sacrosanto dovere dirle che quando entrerà nell’aldilà, San Dito,
sarà sicuramente là con il suo Pietro puntato contro di Lei......".




Shivalinga nepalese




permalink | inviato da il 18/1/2006 alle 11:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


3 gennaio 2006

marito e moglie? (Barzellette)

 




permalink | inviato da il 3/1/2006 alle 20:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


12 ottobre 2005

conversioni (barzelletta)

In periodo di ramadan stamattina mi
è nata nella testa una freddura, pensando
ai tanti precetti della religione islamica.


PREGHIERA DELL'ITALIANO
EX CATTOLICO CONVERTITO
ALL'ISLAM:

Allah' Allah' Allahhh'
ma chi me l'ha fatto faa'




permalink | inviato da il 12/10/2005 alle 10:21 | Versione per la stampa


11 ottobre 2005

Padre mario (barzellette)

barzelletta letta su un libro di Osho (probabilmente
da lui raccontata). Oggi è l'11 (negli arcani maggiori,
la forza, rappresentata da un giovane che apre le
fauci di un leone)
http://www.letturatarocchi.com/lettura-tarocchi/arcanima/forza.htm
e questa mi sembra una barzelletta
piuttosto FORTE. Giudicate voi........

Padre Mario è scelto per andare a far lavoro di missione in una remota zona artica. Dopo qualche mese arriva in visita il vescovo.

"Come ti trovi qui," gli domanda, "tra il ghiaccio e gli orsi polari?"
"Benissimo" risponde il padre "gli eschimesi sono gente molto ospitale."
"E il clima?" si informa il vescovo.
"Con la mia grappa e il mio rosario," risponde l’altro "del freddo non me ne accorgo proprio!"
"Ottimo" dice il vescovo. "A proposito di grappa, un goccio farebbe piacere anche a me."
"Buon idea" dice padre Mario. "Rosario, portaci la grappa!".




permalink | inviato da il 11/10/2005 alle 10:54 | Versione per la stampa


9 ottobre 2005

LA CAMMELLA (barzellette)

Barzelletta letta su un libro di Osho (probabilmente
da lui raccontata)

LA CAMMELLA
Un ufficiale della legione straniera viene inviato per una missione di 2 anni in un fortino in pieno deserto. Dopo essere stato accolto formalmente dagli altri ufficiali, ordina ad un soldato di accompagnarlo a visitare i vari edifici del fortino, per potersi ambientare.

Il soldato durante la perlustrazione dice: - Ecco signore, laggiu' risiede il Comando. A destra, ci sono le camerate dei soldati. A sinistra, l'alloggio degli ufficiali. Dietro al Comando c'e' la mensa .. ecc.
L'ufficiale nota che il soldato si dimentica di descrivergli un particolare: un piccolo ripostiglio simile ad una stalla. Allora chiede spiegazioni:

Cosa c'e' dentro quel ripostiglio?
Soldato: Ah, quella e' una specie di stalla.Dentro c'e' una cammella.
Ufficiale: Una cammella? E che ci fate con una cammella?
Soldato :Beh...Ehm... signore, noi quaggiu' siamo sempre soli, non vediamo mai una donna, allora quando abbiamo voglia.....andiamo con la cammella.
Ufficiale: Con la cammella?
Soldato : Si' si', anzi, se pure lei dovesse aver bisogno di andare....chieda tranquillamente le chiavi a me.
Ufficiale: Ma come si permette! Io, con la cammella non ci andro' mai!
Soldato : Faccia come vuole. Noi ci andiamo sempre, e siamo sempre rimasti soddisfatti.

Dopo un anno, l'ufficiale non ce la fa piu'. Non c'e' bromuro che tenga.
Ha bisogno di scopare! A qualunque costo! Allora, fregandosene della vergogna, va dal soldato e si fa dare le chiavi. Di nascosto, entra dentro la stalla e, fremente di passione, chiude a chiave la porta. Si gira e la vede! La cammella! Un po' vecchia. Un po' malandata. Ma in quelle condizioni...diciamo...piacevole.
L'ufficiale pensa "ma si! Chi se ne frega. Una trombata vale l'altra. Mi bendo gli occhi e via!" E cosi fa. Dopo 30 minuti e dopo essersi fatto almeno tre scopate con la cammella, riporta le chiavi al soldato che stupito gli chiede:

Non ce l'ha fatta eh? Non c'e' piu' andato con la cammella!
Ufficiale: Come no. Certo che ci sono andato.
Soldato : Ma come? In mezz'ora?
Ufficiale : Si', perche'? Voi quanto ci mettete?

Soldato : Beh, di solito
per ANDARE CON LA CAMMELLA in paese, trovare una mignotta, trombarsela e tornare al fortino ci mettiamo almeno un paio d'ore!!!




permalink | inviato da il 9/10/2005 alle 11:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Riflessioni
Barzellette
Songs
Citazioni
Post-i a fondamento

VAI A VEDERE

Stelle Fisse
Nostradamus (scritti)
The Osho Experience
Federazione di Damanhur
La Verità di Cristo (salvo errori umani)
L' Italia dei cognomi
Astrologia classica
Io su Flickr
Io su MySpace


Regole del Blog
passibili di modifica in corso d'opera:
1°) Questo è un blog
libero, a differenza di
altri, chiusi, settari,
omologati o adialogici
2°) Tuttavia, qualsiasi
commento calunnioso o
minaccioso verso la mia
persona verrà rimosso dal
blog, perchè il male, come
il bene, è anche imitativo
3°) vacatio legis
(in riscrittura).
4°) i post senza possibilità di commenti sono temporanei


  

  • Ho visto:
    L'Ultima Tempesta di
    Peter Greenaway
  • Ho sentito:
    l'ombra della luce
    di Franco Battiato
  • Ho mangiato:
    Il tartufo bianco d'Alba
  • Ho toccato:
    L'acqua
  • Ho bevuto:
    Il Barbaresco
  • Ho visitato:
    Assisi all'alba di un
    giorno di primavera
    sotto voli di rondini
  • Ho digerito:
    Osho
  • Ho appreso:
    Aivanhov
  • Ho letto:
    La leggibilità del mondo
    di Hans Blumenberg
  • e allora?
  • Sto leggendo:
    I fenomeni della realtà
  • Sto disegnando:
    dei disegni


Klimt


Tancredi Parmeggiani


Crippa


Mondino


una mia opera


"Un uomo è tanto più grande
quanto più universo ha in sé;
un quadro è tanto più grande
quanto più universo ha in sé"

       Tancredi (Parmeggiani)


    Locations of visitors to this page



Come può vedere anche un
bimbo      se      guarda      il
calendario  dei post  questo
blog    non rappresenta  una
testata      giornalistica      in
quanto    viene    aggiornato
senza     alcuna  periodicità.
Non           può         pertanto
considerarsi   un     prodotto
editoriale    ai   sensi    della
legge  n. 62  del   7.03.2001

CERCA